Alternanza Scuola-Lavoro

Di cosa si tratta
La legge 107/2015 ha introdotto l’Alternanza Scuola Lavoro (ASL) come percorso obbligatorio per gli studenti a partire dal III° anno di studi. Negli Istituti tecnici e Professionali gli studenti sono tenuti a svolgere 400 ore di ASL nell’arco degli ultimi 3 anni di corso di studi.

Chiarimenti-interpretativi-ASL-Mar-2017

Le finalità:

  • orientamento alla scelta scolastica e professionale;
  • sviluppo e potenziamento delle competenze tecnico professionali;
  • sviluppo e potenziamento delle competenze trasversali e di cittadinanza;
  • formazione sulla sicurezza negli ambienti di lavoro;
  • educazione alla cittadinanza;
  • partecipazione a percorsi di continuità tra la scuola e l’ambiente lavorativo.

I percorsi in  alternanza  si articolano in periodi di formazione in aula e in periodi di apprendimento in situazione mediante esperienze di lavoro, che la scuola progetta e attua attraverso apposite convenzioni. Al termine del percorso è prevista una valutazione delle competenze acquisite.

Le modalità:

  • stage in itinere: durante il periodo delle lezioni (generalmente all’inizio o alla fine delle lezioni)
  • stage estivi: durante il periodo estivo, anche all’estero
  • stage giornalieri: partecipazioni a convegni, fiere e mostre come personale e non come osservatori
  • stage settimanali: stage linguistici all’estero, rilievi topografici e/o architettonici presso strutture che ospitano gli studenti
  • stage continuativi: stage presso Uffici che chiedono la presenza continua durante l’anno scolastico per un pomeriggio a settimana

1.Funzionigramma dei percorsi in ASL
2.Programmazione ASL 2016/17
3.Monitoraggi 2015/2016